Corso Coaching: diventare professionisti di Coaching

Il corso “Diventare professionisti di coaching” si svolge in 10 giornate per un totale di 100 ore (10 giornate in aula di 8 ore l’una + 20 ore di pratica e studio individuale).

Tra una lezione e l’altra è previsto un intervallo di almeno 15 giorni per favorire l’assimilazione e l’approfondimento delle nozioni apprese.

Il corso si svolgerà nel weekend (sabato e/o domenica) con orario: 9,30-13,30 / 14,30-18,30 e, qualora si raggiungesse il numero di adesioni necessarie, verrà attivato un ulteriore corso che si svolgerà in settimana, con orario serale 19,00 – 23,00.

Modulo 1: Definizione di coaching: scopi, ambiti di applicazione e cenni storici – Setting e prossemica – La domanda di coaching: Sessione zero e l’accordo di coaching – “Codice di condotta” e “Carta dei valori” dell’associazione Coaching Italia”

Modulo 2: Teorie della comunicazione – La relazione facilitante coach/coachee – Le posizioni relazionali

Modulo 3: Gli strumenti del coach: il silenzio, il feedback d’ascolto, le domande efficaci – I nemici interiori: condizionamenti e blocchi

Modulo 4: Ascolto e cura di sé: Esplorazione e allenamento delle potenzialità e dei talenti Motivazione – Stato di Flow e agentività

Modulo 5: Il linguaggio come strumento: analisi di credenze e valori per la formulazione di obiettivi congruenti – Strumenti di linguistica ed esercitazioni pratiche. (Partendo da ciò che il cliente dice lo si accompagna alla scoperta di distorsioni, cancellazioni, generalizzazioni, aiutandolo a capire ed organizzare la propria scala di bisogni e a pianificarne la realizzazione).

Modulo 6: L’allenamento della Volontà: La volontà è una funzione fondamentale per l’essere umano, è un processo che conosce stadi e qualità. La volontà non è soltanto un atto di forza, richiede pazienza, verifica, progettazione, si può allenare e consente ad ognuno di noi di perseguire i propri obiettivi in modo sostenibile e funzionale.

Modulo 7: La “Mappa” del coaching – Obiettivi SMARTER – Il piano di azione

Modulo 8: La Ruota della Vita: autovalutazione degli ambiti più importanti della propria vita. Consente di avere una visione completa di com’é la propria vita in questo momento, aiutando la persona a comprendere quali aree meritano un’attenzione ed un’energia particolare

Modulo 9: Ostacoli – Facilitatori – Monitoraggio – Esercitazione in aula – La conclusione del percorso di coaching.

Modulo 10: Verifica di fine corso e discussione della tesina – Consegna dell’attestato di partecipazione al corso di coaching.

 

Il corso ha ottenuto il riconoscimento da A.Co.I. – Associazione Coaching Italia, la prima Associazione di Coaching in Italia ad aver ottenuto l’iscrizione nell’elenco ufficiale delle Associazioni Professionali del Ministero dello Sviluppo Economico, ai sensi dell’art. 2 comma 7 della legge 4/2013.
Tale riconoscimento istituzionale ha un valore fondamentale sia per la tutela dell’utente sia per la regolamentazione e il controllo dell’attività professionale di un coach riconosciuto A.Co.I.
Noi di Artemia abbiamo scelto A.Co.I. perché è la prima e la più importante associazione di coaching in Italia ad aver ottenuto tale riconoscimento.

Noi di Artemisia siamo dei professionisti nella relazione di aiuto da oltre 25 anni e ci occupiamo di formazione e consulenze.

Il coaching in Italia non è una professione regolamentata: è cioè priva di un Ordine professionale e lo Stato non ne detta i requisiti minimi per il suo esercizio, differentemente da quanto avviene per le così dette professioni regolamentate (architetto, medico, ingegnere, etc.).

Il 14 gennaio 2013 il Parlamento italiano ha varato la Legge n° 4 (L. 4/2013, Disposizioni in materia di professioni non organizzate) che offre ai singoli professionisti la possibilità di farsi rilasciare da una associazione professionale un attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi ai sensi dell’art. 4 della L. 4/2013.
La L. 4/2013 disciplina tutte le professioni non ancora organizzate e favorisce la costituzione di “Associazioni di categoria”.
Tali associazioni hanno come scopo garantire al consumatore e al cittadino la tutela e la trasparenza del servizio offerto attraverso un lavoro di controllo sull’operato del socio e attraverso l’iscrizione in appositi elenchi pubblici istituiti presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

In Italia il servizio di Coaching dal novembre 2015 è regolato dalla NORMA UNI 11601: Coaching – Definizione, classificazione, caratteristiche e requisiti del servizio.

La norma definisce le caratteristiche e la terminologia del servizio di Coaching indicando i requisiti per la fornitura di servizi di Coaching al fine di promuovere una scelta consapevole ed informata da parte degli utilizzatori (gruppi, persone, organizzazioni).

Il coaching è una professione nata negli Stati Uniti nella seconda metà degli anni ’70 e si è sviluppata poi gradualmente nel resto del mondo.

Che cos’è Il Coaching:

Il Coaching è una relazione di partnership con i clienti. Il Coach accompagna il cliente (Coachee) da un luogo di partenza a un luogo di arrivo, stimolando la riflessione, ispirandoli a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.
Definiscono insieme gli obiettivi personali o professionali del cliente e le strategie utili al loro raggiungimento.

“C’è sempre una partita interiore che è giocata nella tua mente, qualsiasi sia la partita che stai giocando. Il modo con cui affronti questa partita fa la differenza fra il successo e il fallimento” (T. Gallwey).

Chi è il coach:

Il Coach è un professionista che lavora a sostegno della persona, avvalendosi di modelli, metodi e tecniche di Coaching, guida un programma di potenziamento e sviluppo delle risorse e delle competenze del Cliente.

A chi si rivolge il corso:

Il corso è rivolto a tutti coloro i quali sono interessati a conseguire le competenze di coaching professionali e il riconoscimento da parte di un’associazione di categoria attraverso il conferimento dell’attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi.
Il corso è indirizzato a tutti i professionisti e/o dipendenti motivati a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.

Criteri di ammissione:

E’ necessario:

  • essere in possesso di Diploma di Scuola Media Superiore;
  • sostenere un colloquio conoscitivo e motivazionale

Cosa si impara:

  • Rispetto per il Codice di Condotta e Carta dei Valori A.Co.I.
  • Stabilire un accordo di Coaching e creare le basi per il percorso di Coaching
  • Co-creare la relazione attraverso la fiducia e l’alleanza tra coach e coachee
  • Saper comunicare efficacemente attraverso l’ascolto attivo, le domande e la comunicazione efficace
  • Facilitare l’apprendimento nel Coachee attraverso lo sviluppo della consapevolezza, la progettazione di azioni, pianificare e stabilire obbiettivi, gestire i progressi e le responsabilità
  • Sviluppare l’empatia
  • Individuazione di obiettivi personali, professionali orientati al futuro
  • Mettere a punto dei piani d’azioni funzionali al raggiungimento del risultato condiviso

Il Coaching: che cosa NON è

 “Si precisa che l’attività professionale di un Coach non rientra tra quelle relative alla professione di psicologo ai sensi dell’art.1 della legge 18 febbraio 1989, n. 56. I Coach professionisti iscritti all’Associazione Coaching Italia si impegnano a non svolgere tali attività, salvo che siano dotati del relativo titolo professionale ed iscritti all’Ordine degli Psicologi. Le Scuole, gli Enti di Formazione e le Associazioni i cui corsi sono riconosciuti da A.Co.I. si impegnano a darne comunicazione ai propri Allievi e ad impartire loro insegnamenti confacenti ai programmi validati dall’Associazione Coaching Italia, astenendosi dall’impartire formazione, fornire informazioni, consegnare strumenti o materiale didattico, che possano generare confusione o sovrapposizione con l’attività professionale riservata agli psicologi.”